Crea sito

Allestimento terrario per Dendrobatidi

Allestimento terrario per Dendrobatidi

di

Luigi Gigiols

L'immagine può contenere: pianta, cibo e spazio all'aperto
Applicare un pannello di sughero nero incastrandolo tra il vetro superiore ed inferiore del terrario senza utilizzare nessun tipo di silicone o colla.
L'immagine può contenere: pianta e cibo
Attaccare al sughero, con l’aiuto di fil di ferro, piante rampicanti ed epifite. In foto sulla destra stoloni di Bromeliaceae del genere Neoregelia, a sinistra Ficus quercifolia.

 

L'immagine può contenere: pianta, spazio all'aperto, cibo e natura
Riempire il fondo di argilla espansa oppure lapillo vulcanico creando uno strato di 3-4 cm.

 

L'immagine può contenere: una o più persone e pianta
Appoggiare al substrato una serpentina riscladante di 25-50 watt. In questo terrario la serpentina entra dalla presa d’aria superiore attraverso un buco, viene fatta scorrere lungo la parete di sughero e attaccata con fil di ferro e fatta arrivare a terra poggiandola lungo tutto il terrario con schema ad “S”.

 

L'immagine può contenere: pianta, spazio all'aperto e natura
Posizionare un sottile strato di sfagno fresco direttamente sulla serpentina.

 

L'immagine può contenere: pianta, spazio all'aperto e natura
Aggiungere un sottile strato di firba di cocco, torba di sfagno oppure terriccio universale sopra allo sfagno vivo dopodicheè aggiungere qualche tronco ed ulteriore piantina terrestre. Ottime per le Dendrobates felci del genere Microgramma e Pyrrosia, oppure piante del genere Begonia e Marcgravia.

 

L'immagine può contenere: una o più persone, persone sedute, pianta e testo
Alla base delle Bromelie è possibile fissare dello sfagno vivo con del nylon da peasca per inumidire la pianta e stimolare la crescita delle radici aeree.

 

L'immagine può contenere: pianta, spazio all'aperto e natura
Per le specie di Dendrobatidi terricole è opportuno posizionare una mezza noce di cocco rovesciata su un disco petri, un tappo per le pringles o qualsiasi dischetto dove poter aggiungere qualche millimetro di acqua. Le rane troveranno riparo e nel periodo riproduttivo ci deporranno le uova.

 

L'immagine può contenere: pianta e spazio all'aperto
Aggiungere degli insetti utili per la pulizia di questo terrario naturalistico è di fondamentale importanza. In primis collemboli, onischi tropicali e lombrichi di terra. Io ho messo dei Porcellio laevis “Dairy Cow”.

 

L'immagine può contenere: pianta
Aggiungere la specie desiderata dopo un mese di rodaggio del terrario. Una luce a Led 25 watt 6500 Kelvin è senza dubbio una delle migliori scelte per la crescita delle piante. In foto una coppia di Denrdobates tinctorius “azureus”