Crea sito

LA FLORA DELLA FORESTA PLUVIALE

DSC_1137

Sono preseti molte varietà di piante nella foresta pluviale, tra cui varie specie di epifite (quali orchidee e bromeliacee).

Un’altra caratteristica è la presenza di liane, piante dal fusto molto allungato, il cui diametro può superare i 20 cm, che crescono appoggiandosi alle altre piante. Nelle foreste pluviali la vegetazione è dominata dalle angiosperme.

Heliconia

La maggior parte delle piante ha struttura legnosa: in un ettaro di terreno occupato da una foresta pluviale giunta al suo grado massimo di sviluppo possono trovarsi da 80 a 200 specie diverse. Spesso in un ettaro non si trovano che una o due piante di una stessa specie: solo in alcuni ambienti particolari, si può trovare una specie o un numero limitato di specie sulle altre. Questo ambiente presenta alberi di vario tipo, fra cui prevalgono le palme e le felci arboree. Le foreste pluviali possono essere suddivise in cinque strati.

Amazôniaforequ5

Solo in questo tipo di foresta c’è la stratificazione della flora: ci sono alberi più alti detti “alberi giganti“, quali ad esempio l’albero del kapok, i cui rami possono estendersi, in senso orizzontale, per 30-40 m. e che possono superare anche i 60 m. di altezza; sotto troviamo la “volta“, il cosiddetto “canopy” il quale contiene alberi che raggiungono un’altezza fino a 40 m.; tale volta è resa ancora più compatta dalla presenza di rampicanti ed epifite che si protendono verso l’alto alla ricerca della luce del sole. Al di sotto di questa volta è presente uno strato di alberi bassi, che comprende sia gli individui giovani delle specie più alte, sia piante appartenenti a specie la cui altezza, una volta raggiunto lo sviluppo completo, oscilla fra 10 e 30 m. Si ha poi uno strato costituito da arbusti e piante molto giovani. infine c’è il “sottobosco” con le piante erbacee e un’incredibile quantità di materiale vegetale in decomposizione.

kapok-tree

Questa suddivisione non è sempre ben riconoscibile: il fogliame delle piante più giovani e la presenza di rampicanti, epifite e piante basse può impedire di distinguere i differenti strati.

Ogni piano comunque è un mondo a sè: moltissime piante crescono abbarbicate sui rami e sui tronchi degli alberi traendo le sostanze nutritive e l’acqua direttamente dall’aria, che ne è impregnata.Avendo una struttura legnosa, la maggior parte delle specie presenti in una foresta pluviale impiega molto tempo prima di raggiungere il pieno sviluppo; in alcuni casi possono trascorrere oltre trent’anni prima che ciò avvenga. Tra le specie più grandi di alberi si ricorda la Diniza cilindricum dell’Africa e la Koompassia excelsa dell’Asia sud-orientale.

2938600211_d880c64330

Una risposta a “LA FLORA DELLA FORESTA PLUVIALE”

  1. non c’è scritto niente riguardante i tipi di piante; solo la stratificazione, mettere dei nomi no?

I commenti sono chiusi.