Crea sito

EXCIDOBATES MYSTERIOSUS

13507229_1003572633089713_2278864224037726561_n13512131_1003572589756384_8338979570250976091_n13516639_1003572613089715_9015834892669752307_n

Excidobates mysteriosus

EXCIDOBATES MYSTERIOSUS
Myers, 1982. ridescritto da Schulte 1990

mysteriosus6 mysteriosus7 mysteriosus8CLASSIFICAZIONE SISTEMATICA

Ordine Anura
Sottordine: Neobatrachia
Famiglia: Dendrobatidae
Sottofamiglia: Dendrobatinae
Genere: Excidobates
Specie: Excidobates mysteriosus
Nome scientifico
Excidobates mysteriosus
(Myers, 1982)
Nome comune
Rana veleno Maraňòn

mysteriosus2 mysteriosus3 mysteriosus4 mysteriosus5
DISTRIBUZIONE
Vicino alla città di Santa Rosa, Cajamarca, nella Cordillera del Condor, nord-ovest del Perù, 950 – 1250 m di altitudine.

images
BIOTOPO
Si tratta di una specie montana, endemica del Perù, rinvenibile tra 900 e 1100 m. di altitudine.
Questa specie di Dendrobatinae di grandi dimensioni è l’unica specie che vive in Perù. Vive in una macchia di foresta asciutta circondata purtroppo da insediamenti umani, con conseguente degrado dell’habitat e catastrofica per questa specie. La zona risulta essere particolarmente secca in alcuni periodi dell’anno e le rimanenti foreste vicino a Santa Rosa sono ricche di cactus e piante grasse.
Ci sono solo 3 siti noti, le cui popolazioni sono stabili. Uno è un grande rupe che contiene molte bromeliacee (circa 1100 m altitudine), e l’altro sito è un bosco contenente grandi bromeliacee come Aechmea nudicaulis, che crescono ai lati delle scogliere e affioramenti rocciosi.

Excidobates mysteriosus.
Questa bella foresta è stata quasi interamente distrutta da incendi e disboscamento, ei pochi ettari che rimangono si possono contare sulle dita di una mano. Queste foreste ricche di Aechmea dove possiamo ancora rinvenire E. mysteriosus, sono compresi tra 978 e 1250 m di altitudine. Le temperature elevate di giorno (35 C) e freddo di notte (16 C) sono le condizioni tipiche di questa zona. Questa rana sembra utilizzare le bromeliacee per aiutarsi a mantenere una temperatura stabile. Le grandi bromeliacee forniscono molta acqua e funzionano come un ombrello di giorno. Le Aechmea tra gli alberi forniscono meno acqua, ma a causa della loro forma slanciata, aiutano l’ambiente a rimanere relativamente fresco. L’umidità è molto bassa in questo settore, circa il 40%.
Queste rane sono molto legate alle pozze d’acqua che si formano tra le ascelle delle bromeliacee. Adulti e giovani raramente si rinvengono al di fuori di queste piante, ad eccezione dei periodi umidi, dove sembra si muovano a terra in caccia di insetti.

4360832981_227db4ef97_o4361572756_fefbbbaf29_otupire1 tupire2 tupire3
STATO DI CONSERVAZIONE
Questa specie è fortemente minacciata in natura. La zona intorno a Santa Rosa è stata quasi interamente distrutta per piantagioni di caffè ed esistono pochissime macchie di foresta intatta.
Le rane sono ora limitati a 5 o 6 località conosciute intorno a Santa Rosa, ognuno dei quali è molto piccolo (<1-2 ettari) e circondato da terreni disboscati. Inoltre, molti di queste località si trovano sulle facce delle scogliere e potrebbe essere facilmente distrutto da disturbi naturali o di origine antropica.

Fortunatamente i tre biotopi “stabilI” di questa rana, intorno a queste scogliere sono stati acquistati da IUCN e sono protetti da un comitato di agricoltori locali. Due di questi habitat possiedono una popolazione di meno di 200 esemplari.
L’area di distribuzione di questa rana è stimata in 5000 km quadrati. E’ stata iscritta nell’appendice II del CITES. Lo stato in cui questa rana è stata inserita dallo IUCN è EN (Endangered – Alto rischio).
Per essere sicuri che questo rana sopravviva in futuro, molti più habitat dove sono presenti popolazioni di questa specie dovrebbero essere protetti. Gli alberi secolari con bromeliacee del genere Aechmea sono diventati molto rari, e sono stati in gran parte distrutti.
Inoltre il contrabbando di questa rana verso la fine degli anni ’90 ha messo a rischio le già numericamente piccole popolazioni più di quanto già non fossero.
Questa è una rana piuttosto comune in Europa, arrivata appunto illegalmente e la possibilità di progetti adibiti alla conservazione della specie basati sulla vendita legale di esemplari di questa specie è oramai gravemente compromessa.

03000013155_01_f
CARATTERISTICHE
Morfologicamente questa rana è una delle rane veleno più caratteristiche.
Excidobates mysteriosus è di colore nero o marrone con strisce e chiazze bianche.
Anche se queste macchie sono molto variabili, gli adulti hanno sempre un solo punto bianco sotto il mento ed una chiazza ovoidale sulla parte inferiore delle cosce.
Sul dorso la loro pelle è leggermente granulare. Il primo dito dell’arto è sempre più corto del secondo anche se ben sviluppato.
Le femmine appaiono leggermente più arrotondate, ma per un sicuro riconoscimento bisogna fare riferimento ai richiami vocali dei maschi. I maschi possiedono sacche vocali interne. Le loro dimensioni sono comprese tra 29 e 34 mm.

57895005144782_8c60b0e4bb_b
RIPRODUZIONE
Le rane di questa specie sono sessualmente mature tra i 10 e i 12 mesi di vita. I maschi possiedono un richiamo piuttosto rumoroso molto simile al suono prodotto da un serpente a sonagli. Di solito i maschi emettono il loro richiamo da posizione esposte sulle foglie delle bromeliacee. Le femmine, attratte dal richiamo, seguono volentieri il maschio in una cavità tra le foglie delle grosse bromeliacee dove troveranno un luogo adatto per la deposizione delle uova. Dalla prima chiamata del maschio alla deposizione delle uova potrebbero trascorrere diverse ore. Quando si schiuderanno le prime uova il maschio avrà cura di trasportare i girini in pozzette d’acqua presenti nelle ascelle fogliari delle bromeliacee.

5825705926_f53789a294excidobates-mysteriosus02Marañón-poison-frog-frogspawn

VELENO
La pelle di queste rane possiede un potente veleno naturale progettato per proteggerla da funghi e attacchi batterici. Da dove provenga l’origine di questo veleno non è del tutto chiaro ma si ritiene che possa provenire dalla loro dieta naturale. In cattività questi animali perdono del tutto la loro tossicità, in particolare nei nuovi nati.

DMysteriosus012800_to

NOTE

La descrizione originale di Dendrobates mysteriosus è stata eseguita nel 1982 da Charles W. Myers. La descrizione è basata su un campione giovanile di 17,6 millimetri, che era stato catturato nel luglio 1929 dal geologo Harvey Bassler. Myers ha descritto la specie in quel tempo come membro di un nuovo gruppo, il gruppo captivus. Rainer Schulte ha riscoperto questa specie negli ultimi anni ’80 e pubblicato un ridescrizione formale nel 1990. Schulte ha con veemenza respinto le ipotesi di Myers ‘che E. captivus e E. mysteriosus siano strettamente correlate fra loro. Recenti analisi utilizzando i dati molecolari suggeriscono che queste specie sono in realtà parenti stretti.

ahFzfm5hdHVyYXNjb3BlLWhyZHISCxIKSG9zdGVkRmlsZRi5mnwM10996694_326630904199999_8347480299764282096_n 10999325_326630997533323_4551745386628406312_n11009103_326630970866659_7140840674626725134_n10309186_326630917533331_7327374438626332230_n11021512_326630944199995_1297241342382422458_nExcidobates mysteriosus.10906560_1379469452356798_1960518495001797892_nE. mysteriosusExcidobates mysteriosusExcidobates mysteriosus 210517504_10201422889173968_8014680116539986374_n 10540409_10201383907479450_2628994700453803867_n10366046_10201493296414105_3759141453966914664_n 10411235_10201383907199443_5703386004631448013_n 10429860_10201383907119441_8615217658311407828_n 10509553_10201383907159442_1833390575312874950_n10170686_10201562099094129_2452667947176542155_n 10348444_10201493296454106_7431714258885132323_n11223322_1682354705330234_3891838780371498432_n 12042823_1682354571996914_8681375321363775103_n 12042825_1682354691996902_8461752979651985408_n 12047031_1682354708663567_6195713366192382973_n

foto Djédjé Dendrobates

12096112_876640315765495_7711756044674929766_n10445444_1636096636666301_7661907525602211805_nExcidobates mystériosus 2 Excidobates mystériosus 3 Excidobates mystériosusmystieins mystii mystiiimystimysti2DSCI0079DSCI0085DSCI009211988392_506032582905722_97495924302524586_n 12033039_506032202905760_4980246002153427429_n 12036616_506032102905770_2976268316136966480_n12049331_506032406239073_6291740365886084992_nExcidobates Mysteriosus 2 Excidobates Mysteriosus 3 Excidobates Mysteriosus 4 Excidobates Mysteriosus1931391_1709164605982577_6289068434659314699_n 10356352_1709164659315905_3788975785174721714_n 12400954_1709164932649211_117607986679312093_n1607022_1709164609315910_5345191720746616386_n 1923743_1709164922649212_1875209567549966974_n 1931391_1709164605982577_6289068434659314699_n (1)1462903_1709164705982567_984413756244511529_nNessun testo alternativo automatico disponibile.

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Nessun testo alternativo automatico disponibile.