Crea sito

BEGONIA

BEGONIA

Risultati immagini per begonia tropicale in terrario

Begonia L. è un genere di piante di origine tropicale della famiglia Begoniaceae, che comprende circa 1.600 specie. Sono generalmente piante perenni, spesso coltivate in vaso o in giardino come piante ornamentali per la bellezza dei fiori e delle foglie.

Il nome del genere è dedicato a Michel Bégon, governatore di Saint-Domingue vissuto nel XVII secolo.

Descrizione

Vengono classificate in base al tipo di apparato radicale, in tre gruppi: rizomatose, tuberose e a radici fascicolate. Una caratteristica comune di tutte e tre le categorie è che sono piante monoiche, vale a dire che i fiori maschili ed i fiori femminili sono sulla stessa pianta ma sono diversi tra loro: i fiori maschili sono di solito più appariscenti dei fiori femminili.

La begonia tuberosa è formata da tuberi accompagnati da fusti e fiori molto colorati. Questa pianta non è adatta ad essere coltivata in giardino, ma preferisce la coltivazione in appartamento. Durante la stagione invernale entra nella fase del riposo vegetativo.

La begonia fascicolata al contrario è ideale per la coltivazione esterna. Produce fiori a primavera e per tutta la stagione estiva.

La begonia a radice rizomatosa la troviamo per lo più in casa e si presenta come un arbusto sempreverde. La radice è costituita da un rizoma e i suoi fiori generalmente non hanno colori molto vivaci.

Risultati immagini per begonia tropicale in terrario

Coltivazione

Tutte le begonie hanno comuni necessità colturali con terriccio umido, soffice e ricco di materia organica, umidità ambientale elevata, esposizione ombrosa e protezione invernale dal freddo. La moltiplicazione avviene per seme, per talea o dove possibile con la divisione di tuberi e rizomi.

Questa pianta ha bisogno di poche e semplici accortezze in funzione della specie di appartenenza. Per far sì che abbia una buona fioritura bisogna sistemarla in un luogo soleggiato, ma dove i raggi non siano troppo diretti, altrimenti si formano tante piccole macchioline scure.

Sia per la coltivazione in giardino che per quella in vaso, il terriccio andrà sempre arricchito con del concime naturale e dovrà essere ben umido.

  • Nel caso di giardini, interrate i bulbi a circa 3 cm di profondità nei mesi di aprile o maggio.
  • Mentre in vaso preparate un fondo di almeno 5 cm con dell’argilla espansa, sistemate i bulbi e poi ricoprire con terriccio e torba.

Le annaffiature saranno copiose in estate e ridotte durante l’inverno. La varietà tuberosa è l’unica a richiedere quantità di acqua inferiori.

Vi consigliamo sempre di aspettare che il terriccio si sia asciutto prima di procedere con la successiva innaffiatura. Questo impedirà la formazione di pericolosi ristagni d’acqua.

Non bisogna potare la pianta, ma limitarsi ad eliminare le foglie secche.

Le Begonie rizomatose sono coltivate solitamente per la bellezza del fogliame, per decorare appartamenti, giardini, serre e per la produzione industriale.
Una delle più conosciute e vistose è la 
Begonia rex, originaria dell’India, con foglie cuoriformi lisce o ruvide coloratissime, con screziature rosse, nere, verdi o argentate, lunghe fino a 30 cm, fiori insignificanti, pianta da serra vuole ambiente caldo-umido, terriccio di castagno misto a sabbia ben concimato, reinvasare ogni tre quattro anni dividendo i rizomi troppo fitti, la moltiplicazione avviene per talea fogliare, incidendo in più punti la foglia lungo le nervature principali, da ogni incisione nascerà una piantina.

Nelle zone submontane del nord Italia è frequente la Begonia credneri con fusti rossastri alti oltre un metro, ha foglie grandi ovate verde-bronzato con rovescio rosso, infiorescenze bianco-rosate. Predilige luoghi freschi e ombreggiati e non teme il gelo se il terreno viene opportunamente pacciamato con foglie di bosco, la moltiplicazione avviene per talea o divisione dei rizomi.

Le Begonie tuberose sono piante perenni interessanti per la bellezza e varietà dei fiori. Sono spesso ibridi di forma e portamento diversi. Le foglie sono generalmente grandi cuoriformi di colore verde scuro con sfumature rosse, lobate o dentate. I fiori a volte di notevole grandezza, sono portati da steli lunghi 20–40 cm, possono essere semplici, semidoppi o doppi a petali lisci o increspati e dal colore variabilissimo bianchi, gialli, rossi ecc., la specie più nota è la Begonia tuberhybrida. Le esigenze colturali prevedono ambiente fresco e umido d’estate con esposizione a mezz’ombra in terreno ricco di humus e privo di calcio, si possono coltivare in vaso o in piena terra, conservando i tuberi all’asciutto in sabbia o torba durante l’inverno. La moltiplicazione si effettua con la divisione dei tuberi in pezzetti (uno per ogni gemma), per talea o con la semina.

Infine le Begonie erbacee a radici fascicolate perenni o annuali, vengono apprezzate per i fiori. Utilizzate per la formazione di aiuole, bordi fioriti decorazione di balconi e finestre. Si adattano a qualunque tipo di terreno fresco e sciolto e a qualsiasi esposizione. Esistono numerose varietà ed ibridi con fiori bianchi, rosa e rossi, fogliame verde lucente, bronzato o rossastro.

Le Begonie perenni di questo gruppo (ad esempio la Begonia semperflorens), vengono coltivate come annuali, seminandole in autunno (al riparo sotto vetro) o in primavera, il metodo di moltiplicazione consigliato è per talea nel periodo estivo con svernamento in serra.

Risultati immagini per begonia tropicale in terrario

Begonia fioritura

La fioritura di questa pianta è legata alla sottospecie di appartenenza. Alcune piante possono fiorire per tutto l’anno, altre iniziano con l’arrivo della stagione calda e proseguono fino a quando non compaiono le prime gelate invernali.

  • fiori maschili sono più appariscenti e hanno quattro tepali suddivisi in coppie di diverse dimensioni
  • fiori femminili al contrario hanno quattro tepali uguali. (Si chiamano tepali e non petali perchè non vi è differenza tra corolla e calice del fiore).

Begonia: qual è il significato del fiore?

La begonia viene comunemente regalata agli amici per sottolineare la cordialità e l’ospitalità, quindi si presta come un ottimo dono da portare quando si va a casa di qualcuno. Nei Paesi dell’America del Sud viene associata invece alla ricchezza.

Nell’Ottocento aveva tutt’altro significato: regalare questa pianta con fiori di due colori differenti era simbolo di ipocrisia. Oggi viene utilizzata molto per purificare gli ambienti, tanto che gli scienziati della NASA l’hanno classificata tra le specie da salvare per la vita all’interno delle stazioni aerospaziali.

Andiamo a scoprire adesso le principali specie diffuse nei nostri appartamenti e giardini.

Begonia semperflorens

Risultati immagini per begonia semperflorens

La varietà semperflorens è una pianta annuale che fiorisce da primavera all’autunno.

  • Le foglie sono lucide, ovali e con i riflessi bronzati
  • fiori sono di colore rossastro, ma possono essere anche rosa o bianchi.

Questa pianta si raccoglie in tanti piccoli cespugli ed è originaria del Brasile.

La sua altezza varia da 30 a 40 centimetri. Generalmente viene utilizzata per arricchire siepi e muretti, cresce senza particolari cure e si diffonde rapidamente.

Apprezza i raggi diretti del sole mentre non tollera il freddo.

In molte zone le foglie vengono anche mangiate nell’insalata.

Begonia rex

Risultati immagini per begonia rex

La begonia rex appartiene alla specie rizomatosa. Questa pianta è originaria dell’Assam, nell’India, e viene coltivata per lo più per l’aspetto caratteristico delle sue foglie, che appaiono ricoperte da una leggera peluria e presentano diverse sfumature colorate.

Produce piccoli fiori bianchi ed è tra le piante più coltivate in appartamento.

Begonia corallina

Risultati immagini per begonia corallina

La varietà corallina è conosciuta anche come begonia tamaya. I fiori si distribuiscono a piccoli grappoli e sono di colore rosa o rossi, dalla forma pendula. Le foglie sono di una tonalità verde chiaro e sono lunghe.

I fusti sembrano ricordare quelli delle canne di bambù. Riesce a raggiungere anche i 90 centimetri d’altezza.

Begonia elatior

Risultati immagini per begonia elatior

La begonia elatior appartiene alla specie tuberosa e fiorisce tutto l’anno producendo dei fiori che possono variare dal colore rosso molto acceso al color salmone o giallo. Questa specie è stata ottenuta dall’incrocio tra la begonia tuberhybrida e la begonia socotrana. Consigliata per la coltivazione in appartamento.

Begonia pendula

Risultati immagini per begonia pendula

La begonia pendula viene chiamata così proprio per la caratteristica forma pendula dei suoi fiori, che la rendono la pianta ideale per abbellire terrazzi e balconi. Si consiglia di coltivarla ad una temperatura di circa 20 gradi. I fiori sono di colore differente e vanno dal bianco al rosa, il giallo o il fucsia.

BEGONIE ADATTE AL TERRARIO UMIDO TROPICALE

Begonia microsperma

Begonia amphioxus

Begonia bipinnatifida

begonia bognerii

Begonia bowerae tiger

Begonia conchifolia var. Rubrimacula

Begonia foliosa var. miniata

Begonia grandis ssp. holostyla

Begonia hongkongensis

Begonia imperialis

Begonia Jive

Begonia lita

Begonia listada

Begonia masoniana

Begonia Microsperma (B. Ficifolia).

Begonia polilloensis

 

Begonia polygonoides
Begonia prismatocarpa

Begonia rajah
Begonia sizemoreae
Begonia soli-mutata
Begonia sp.
Begonia thelmae

Begonia tropaeolifolia